Infissi in Pvc: quali idonei alle detrazioni

Infissi detraibili

Quando si ristruttura la propria casa la sostituzione degli infissi è uno degli interventi forse più costoso, e spesso è difficile scegliere verso quali prodotti orientarsi; esistono infissi per ogni esigenza e genere di abitazione e soprattutto in diversi materiali: legno, PVC, alluminio; inquadrare in modo mirato quale tipo è più adatto alle nostre esigenze sarà il metodo ottimale per ottenere comfort e efficienza energetica.

Isolamento termico e ricambio dell’aria

Gli infissi in pvc hanno la peculiarità di isolare l’ambiente perfettamente, generando cosi un buon livello di risparmio che si noterà subito in bolletta nei mesi invernali; questi infissi azzerano la dispersione di calore la cui causa principale è la formazione di  punti in cui si manifestano flussi termici alternati. Gli infissi in pvc pur non creando dispersione di calore garantiscono un adeguato ricambio dell’aria costante e misurato. Per informazioni e preventivi in merito al comparto infissi pvc Roma e sulle possibili detrazioni fiscali, oltre che per suggerimenti e idee è sufficiente rivolgersi a dei professionisti del settore, reperibili anche in rete.

Supporti e accorgimenti

Gli infissi in pvc possono essere adeguatamente completati con materiali di supporto, come  vetri termoisolanti: a doppio o triplo strato, la cui camera può essere riempita di gas argon per un maggior isolamento, anche  acustico; e grazie a un’installazione accurata di tutta la struttura sia esterna che interna ogni abitazione può diventare più confortevole senza rinunciare al risparmio.

Detrazioni 2018: infissi validi alla richiesta del bonus

 

Come si legge sul comunicato ufficiale sulle nuove detrazioni fiscali per il 2018, ecco qui di seguito un breve vademecum sui requisiti richiesti per richiedere le detrazioni sugli infissi in pvc:

  • L’acquisto e la posa in opera delle finestre e degli infissi rientra nell’ecobonus per la riqualificazione energetica degli edifici. Con la Legge di Bilancio la detrazione fiscale viene prorogata al 31 dicembre 2018, tuttavia l’aliquota passa dal 65% al 50% per le spese sostenute dal 1º gennaio 2018. L’intervento deve configurarsi come sostituzione o modifica di elementi già esistenti con altri con particolari prestazioni di isolamento, non sono accettate domande per nuove istallazioni . I nuovi infissi devono garantire un valore di trasmissione  termica  inferiore o uguale ai limiti riportati nella tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010 secondo le varie zone climatiche italiane. La detrazione ha un tetto massimo di  60mila euro.- 
  •                                                                                                               Agenziaentrate.gov

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *