Roma ospita “Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa”

La mostra, curata da Marina Milella, Simone Pastor e Lucrezia Ungaro è ospitata presso i Mercati di Traiano fino al 16 settembre 2018 e merita una visita perché  veramente unica nel suo genere.

Un passato attuale

Qualcuno potrebbe chiedersi quale sia il trait d’union tra Impero Romano ed Europa moderna, ma la risposta è più banale di quel che si possa pensare: l’Europa nasce proprio dall’Impero Romano e a spiegarcelo è proprio il comunicato stampa fatto per l’inaugurazione dell’evento: “Politica, economia, welfare, conquiste militari ottenute senza esclusione di colpi; inclusione di popolazioni diverse sotto un unico Stato che governa con leggi che ancora oggi sono alla base della giurisprudenza moderna; la buona amministrazione, influenzata anche da donne capaci, first ladies autorevoli; campagne di comunicazione e capacità di persuasione per ottenere il consenso popolare attraverso opere di pubblica utilità, magnificentia publica e lusso privato, ma discreto”.

1900 anni e non li dimostra

La mostra, voluta per celebrare l’anniversario dei 1900 anni dalla morte di Traiano vuole ricordare il massimo splendore dell’Impero Romano. L’evento seguirà il cammino di un uomo a cui è stato attribuito il titolo di Optimus Principes, il migliore tra gli imperatori.

Cosa ha fatto di diverso dagli altri imperatori? Ce lo racconta questo evento espositivo a cui non si può assolutamente mancare e, se avete problemi a girare per la capitale, oppure non avete l’automobile a disposizione, basta che cerchiate autonoleggio Roma e troverete la soluzione adatta alle vostre necessità.

Cosa si può vedere?

In questa occasione si potranno visionare calchi della Colonna Traiana, opere provenienti dal Foro di Traiano e mai mostrate al pubblico, un enorme ritratto attribuito alla madre di Traiano, Marcia, due frammenti di un fregio con amorini e grifoni che tornano al loro posto dopo 400 anni, gli stucchi della villa fatta costruire dall’imperatore ad Arcinazzo Romano.

Tutto qui? Beh, già sarebbe una raccolta molto ricca, ma le cose da vedere sono moltissime, a partire dalle ricostruzioni multimediali attraverso le quali si potrà comprendere quale fosse la vita dell’imperatore, o le sue opere come la casa sull’Aventino o l’acquedotto traianeo che dal lago di Bracciano portava l’acqua a Trastevere. Un percorso di storia che aiuterà a comprendere meglio la potenza dell’Impero e la creazione dell’Europa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *